Le lapin PDF

Questa voce o sezione sull’argomento mammiferi non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Si distinguono dalle lepri per varie caratteristiche: ad esempio, appena nati i piccoli conigli le lapin PDF privi di pelo, hanno gli occhi chiusi e sostanzialmente dipendono in modo totale dai genitori. I conigli, insieme a lepri e pica, costituiscono l’ordine dei Lagomorfi.


La parola italiana « coniglio », attestata con varianti anche in francese, provenzale e portoghese, deriva dal latino cuniculus, cioè buca sotterranea, con riferimento alle tane scavate dagli animali. L’alimentazione naturale è costituita da erba, foglie secche, radici e cortecce. Essendo erbivoro mangia però verdure di tutti i tipi, ad esempio sedano, carote o cicoria. Vi è l’errata convinzione che il pane consumi i denti dei conigli. Anche se questo sembra gradirla, va segnalato che l’alimentazione a base di pane, fette biscottate, farine d’avena, melassa e carboidrati in genere oppure mangimi in ogni caso è causa di gravi problemi.

Invece il silicio, contenuto nell’erba, permette ai denti la crescita continua e il consumarsi naturalmente. La corretta alimentazione del coniglio è quindi composta da fieno in quantità abbondante, verdura fresca e pulita in quantità pari a circa 250-300g per kg di peso del coniglio stesso ed acqua sempre a disposizione. 12 ore apre la porta a patologie molto serie che possono ucciderlo. Il coniglio da compagnia è generalmente affettuoso e socievole: nonostante non siano soliti chiedere manifestazioni d’affetto esplicitamente come potrebbe fare un gatto o un cane, molti conigli hanno un comportamento molto aperto e disponibile all’affetto che gli viene manifestato. Difficilmente i conigli recano disturbi, anche in base al loro comportamento, proprio per la loro indole pacifica. Ci sono almeno sette generi differenti della famiglia dei Leporidi che possono ricadere sotto la denominazione di coniglio. Pur disponendo di un proprio verso, il coniglio lo utilizza molto raramente, specialmente in presenza di esseri umani, e comunica con il linguaggio del corpo.

Può emettere un verso simile a un « gu gu », con tonalità molto bassa e gutturale, quando è felice o vuole giocare, e molto spesso viene emesso in fase di corteggiamento. Quest’ultimo, in base all’intensità e al contesto, può essere manifestazione di piacere, ad esempio durante una carezza, o di dolore. L’udito permette loro di avvertire e interpretare le vibrazioni a notevole distanza. Entrambi i sessi sono pronti per l’accoppiamento già a quattro mesi. La gravidanza dura all’incirca trenta giorni durante i quali è consigliabile mettere dentro la gabbietta della coniglietta dei pezzi di lana o di stoffa mentre nel frattempo essa completerà il tutto con un po’ dei suoi peli. Il coniglio nano è un animale estremamente delicato, non può essere esposto al sole molto tempo e necessita di cure molto specifiche. In particolare deve essere visitato almeno ogni 6 mesi in occasione dei vaccini, o può contrarre mixomatosi e la malattia emorragica virale.